Monitoraggio strutturale di quadri fessurativi (MO)

MONITORAGGIO QUADRI FESSURATIVI – MO

Il monitoraggio dei quadri fessurativi consiste nella misurazione di spostamenti e rotazioni al fine di delineare l’origine, l’entità e l’evoluzione del fenomeno di “ampliamento” di una crepa o fessura e determinare quindi il tipo di intervento più idoneo. Le operazioni di misura devono avvenire in tempo reale ed il controllo deve avere una durata prolungata nel tempo.


OBIETTIVI 

Apprendere la corretta metodologia per l’esecuzione del monitoraggio dei quadri fessurativi.
I monitoraggi possono essere di tipo meccanico o elettronico. Nel sistema di monitoraggio meccanico (manuale) l’utilizzo di attrezzature per la verifica dell’evoluzione dei quadri fessurativi avviene in sito direttamente dall’operatore. Nel sistema di monitoraggio elettronico il controllo dell’evoluzione dei quadri fessurativi avviene in modo continuo attraverso dei sensori i quali vengono collegati a sistemi di acquisizione che rilevano e registrano i segnali provenienti dai sensori.

 

DESTINATARI

Il corso è aperto a professionisti del settore dell’edilizia ed a tecnici delle infrastrutture, RUP, Direttori lavori, ecc.

PREREQUISITI

Ingegnere, Geometra o Architetto o Tecnico in possesso di laurea o diploma in materie tecnico-scientifiche.

 

STRUTTURA CORSO LIVELLO 2 
Durata: 2 giorni (16 ore)
Materiale didattico: dispensa in formato elettronico contenente copia delle slide utilizzate durante il corso; materiale per le esercitazioni (se previsto)
Sede di svolgimento: BARI
Prezzo di listino formazione: € 500,00 + I.V.A.
Costo esame di certificazione: € 250,00 + I.V.A.

 

CERTIFICAZIONE

A seguito del superamento dell’esame, qualifica del personale di 2° livello in accordo al Regolamento Accreditato Bureau Veritas “Certificazione del personale incaricato alle prove non distruttive su strutture civili, beni culturali ed architettonici”.