Metodo Phased Array e TOFD

Corso per Addetti ai Controlli non distruttivi con Metodo Ultrasonoro Phased Array e TOFD 

Con il nostro corso per addetti al Controllo con Metodo Phased Array e TOFD imparerai ad utilizzare una tecnica avanzata ad ultrasuoni che consente rilevamento difetti, dimensionamento e creazione di immagini/mappe, nonché ad effettuare l’ispezione di saldature circonferenziali ed assiali.

Controlli non Distruttivi (CND o NDT – Non Destructive Tests) consistono in un insieme di esami, controlli e rilievi eseguiti impiegando metodi che non alterano il materiale e non richiedono prelievo di provini dalla struttura in esame, rappresentando uno strumento indispensabile per il controllo finale del prodotto.

Le nuove tecnologie ad ultrasuoni permettono di condurre esami con apparecchiature digitali dotate di sistemi di scansione meccanizzati, automatici e/o manuali, sfruttando una gestione dell’elettronica molto elevata, mediante programmi software dedicati.
Alcune caratteristiche importanti, introdotte con queste nuove tecnologie, permettono di sostituire la tecnica radiografica, in particolar modo per il controllo delle saldature circonferenziali di tubazioni o di recipienti a pressione. Gli ultrasuoni automatici meccanizzati, rispetto alla radiografia, risultano maggiormente affidabili e veloci, ed inoltre migliorano il rilevamento di difetti critici (senza dimenticare che non richiedono radioprotezione, trattandosi di onde meccaniche).

Gli ultrasuoni con tecnologia Phased Array nel settore industriale operano su un principio simile agli ultrasuoni a Phased Array nel settore medicale. Una serie di “elementi” ultrasonori, disposti parallelamente su di un’asse, vengono inseriti in un solo contenitore denominato sonda “Phased Array”. La sonda emette impulsi caratteristici mediante l’impiego di specifici ritardi. Ogni elemento genera quindi un proprio fascio ultrasonoro divergente. Impiegando ritardi variabili nel tempo adeguatamente calcolati, i fasci ultrasonori possono essere generati e distribuiti nel materiale, tali da potere essere focalizzati a profondità specifiche e con una serie d’angoli desiderati. Contemporaneamente possono essere generate sia onde longitudinali che onde trasversali.

La tecnica TOFD, applicata agli ultrasuoni, si basa sul fenomeno della diffrazione delle onde, causata dagli apici di una discontinuità e dalla rielaborazione dei segnali in radiofrequenza con misura del tempo di volo (TOFD : Time of flight diffraction). Questa tecnica può essere applicata con sistemi automatici o manuali, in particolar modo per il controllo dei giunti saldati, in sostituzione dell’esame radiografico. Il TOFD misura il tempo di percorrenza (Time Of Flight) di un impulso ultrasonico per determinare la posizione di un punto di riflessione. In un sistema TOFD, ad esempio nel controllo di un tubo, una coppia di sensori è posta sulle due facce della saldatura. Uno dei sensori emette un impulso che è ricevuto dal sensore opposto. In una saldatura integra vengono ricevuti due segnali: uno che viaggia lungo la superficie, e uno riflesso dalla parete opposta. Nel caso di una cricca, vi è una diffrazione dell’onda a causa delle estremità della cricca stessa. Misurando il tempo di percorrenza dell’impulso, la profondità della cricca può essere calcolata mediante semplice analisi trigonometrica.

La versatilità di queste strumentazioni permette una notevole apertura nei campi applicativi, producendo un nuovo approccio da parte degli addetti ai lavori e apportando un notevole contributo nell’ambito dei CND, per un servizio sempre più affidabile e di qualità. Gli esami condotti con queste tecnologie dimostrano un notevole incremento nella sensibilità di rilevamento delle discontinuità e nella precisione del dimensionamento. La qualità di rappresentazione grafica e la gestione dell’elettronica hanno reso possibile l’automatizzazione degli esami, offrendo la possibilità, in cantiere o in laboratorio, di ridurre i limiti applicativi, essendo possibile controllare linee di diverse tipologie, con differenti parametri costruttivi, utilizzando lo stesso sistema.

PREREQUISITI D’ACCESSO
Per la partecipazione al corso è richiesta la certificazione di livello 2 nel metodo di controllo UT in accordo alla norma ISO 9712.

Il  corso consente il rilascio di 40 CFP per Ingegneri.

 

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO PREVISTE PER LIVELLO 2 Phased Array

Durata: 5 giorni (incluso esame)
Sede di svolgimento: BARI
Prezzo di listino formazione: € 1.200,00 + I.V.A.
Costo esame di certificazione: € 350,00 + I.V.A.

 

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO PREVISTE PER LIVELLO 2 TOFD

Durata: 5 giorni (incluso esame)
Sede di svolgimento: BARI
Prezzo di listino formazione: € 1.200,00 + I.V.A.
Costo esame di certificazione: € 350,00 + I.V.A.

 

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO PREVISTE PER LIVELLO 2 TOFD + Phased Array

Durata: 9 giorni (incluso esame)
Sede di svolgimento: BARI
Prezzo di listino formazione: € 1.900,00 + I.V.A.
Costo esame di certificazione: € 350,00 + I.V.A.